Pagina 5Notizie - DR.SALVATORE BRAY - DR.MARIA RITA BRAY Studio commerciale, tributario, lavoro

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Pagina 5Notizie

Lavoro > News

15/10/2011 -Il datore di lavoro costringe i lavoratori ad accettare trattamenti retributivi non adeguati alle prestazioni? E’ estorsione
Integra il delitto di estorsione la condotta del datore di lavoro che, approfittando della situazione del mercato di lavoro a lui favorevole per la prevalenza dell'offerta sulla domanda, costringa i lavoratori, con la minaccia larvata di licenziamento, ad accettare la corresponsione di trattamenti retributivi deteriori e non adeguati alle prestazioni effettuate, e più in generale condizioni di lavoro contrarie alle leggi ed ai contratti collettivi". E' quanto affermato dalla Corte di Cassazione nella sentenza 1284 del 18 gennaio 2011; con la pronuncia la Corte ha dichiarato inammissibile il ricorso di un datore di lavoro che riteneva non ravvisabili gli estremi del reato di estorsione mancando, a suo dire, l'elemento materiale della minaccia e, quindi, lo stato di soggezione delle parti offese. La Suprema Corte, ritenendo corretta ed adeguata la decisione dei giudici di merito, precisa che "la Corte territoriale non solo ha ben chiarito in punto di fatto che il contegno e le espressioni reiteratamente adoperate avevano un'indubbia e specifica valenza intimidatoria e coartativa, ma ha anche ribattuto all'obiezione secondo la quale le lavoratrici non potevano sentirsi minacciate atteso che si erano rivolte al giudice del lavoro ed al sindacato, osservando correttamente che 'per configurarsi il reato di estorsione è sufficiente che la minaccia sia tale da incutere una coercizione dell'altrui volontà ed a nulla rileva che si verifichi un'effettiva intimidazione del soggetto passivo' [...] sicché diventa del tutto irrilevante che le parti offese, in seguito, si siano rivolte al giudice del lavoro per ottenere le proprie spettanze."
30/01/2011:  Proroga domande cigo on line con scadenza di sabato o domenica
Se la domanda di cassa integrazione guadagni ordinaria scade di sabato o di domenica, può essere inoltrata entro il lunedi' successivo in via telematica, dal 1^ febbraio unica via consentita, così come avveniva in passato per la dichiarazione cartacea. Lo chiarisce l'Inps.
15/02/2012 : Ispettori Inail nelle ditte apri e chiudi
Imprese apri e chiudi nel mirino dell'Inail. Nel 2012 l'Istituto concentrerà l'attività ispettiva su imprese che, cessata l'attività lasciando debiti nei confronti dell'Inail, la riaprono in breve tempo cambiando solo i riferimenti giuridici, in modo da costituire una nuova entità apparentemente distinta dalla precedente.
20/06/2012-  Verifica periodica attrezzature lavoro
Al via dal 24 maggio le verifiche periodiche per la sicurezza. L'art. 71 del T.U. sicurezza prevede che il datore di lavoro, oltre agli ordinari controlli iniziale e a seguito del loro montaggio, deve sottoporre le attrezzature a verifiche periodiche che possono essere annuali, biennali o triennali in base al tipo di attrezzatura  come stabilito dall'allegato 7 del T.U. Sicurezza. Il regolamento prevede che la prima verifica venga effettuata dall'Inail (Ispesl) e le successive presso le Asl.
10/10/2012: Incentivi alle assunzioni
Premio economico ai datori di lavoro privati che assumono giovani fino a 29 anni e donne di ogni età sia a termine che a tempo indeterminato. In particolare 12.000 euro per le assunzioni a tempo indeterminato, anche a tempo parziale e 3.000, 4000 e 6.000 euro per le assunzioni a termine con contratti di durata di almeno 12, 18 e 24 mesi. Lo prevede il D.M. del Ministero lavoro.
28/02/2013: No tassa licenziamenti su colf e badanti
Nessuna tassa per chi licenzia la Colf. Le famiglie non devono versare la nuova tassa prevista dalla riforma Fornero, perchè si applica solo alle imprese. La precisazione da parte del Ministero Lavoro.
10/04/2013: Voucher a studenti solo se in vacanza
L'utilizzo del voucher per gli studenti è limitato solo ai giorni festivi ossia nel periodo delle vacanze natalizie, vacanze pasquali e vacanze estive ( 01/06-30/09) oltre ai giorni di sabato e domnica. E' quanto stabilisce la circolare 49/2013 dell'Inps che contraddice in tal modo la liberalizzazione della riforma Fornero e le istruzioni del Ministero del lavoro (circolari 18/2012 e 4/2013)
20/04/2013 : Mandato professionale scritto
Alla luce della sentenza 6203/13 con cui la Corte di cassazione ha dichiarato che una fattura emessa per una consulenza da parte di un  professionista può essere considerata falsa in assenza di un regolare contratto scritto, é importante la sottoscrizione tra le parti del mandato professionale.

23/10/2011:  Legge confusa, professionista non responsabile
Il professionista non è responsabile della consulenza sbagliata, frutto di un'interpretazione di un confuso quadro normativo.Lo dice la Cassazione con sentenza n^21700 del 20/10/2011.
05/11/2011:  Se violata sicurezza lavoro, niente credito d'imposta
Niente agevolazioni fiscali alle piccole e medie imprese che assumono nuovi dipendenti se c'é stata una violazione delle norme della sicurezza del lavoro, indipendentemente dall'entità della sanzione. Lo ha stabilito la S.C. con sentenza n^22860 del 03/11/2011 che ha respinto il ricorso di un imprenditore cui l'amministrazione aveva negato il credito di imposta concesso ai sensi della legge 449/1997.
10/11/2011 - Durc richiesta ed invio on line
Stop al Durc cartaceo. Imprese ed amministrazioni, infatti, devono richiedere, inviare ed archiviare il certificato di regolarità contributiva esclusivamente per via telematica sia per i lavori privati che per quelli pubblici. In quest'ultimo caso il Durc è richiesto direttamente dall'amministrazione interessata nei cinque giorni successivi all'atto che rende necessaria la verifica della regolarità contributiva.
20/11/2011 - Colf - Estratto conto on line
I cittadini che hanno assunto colf e badanti possono consultare su internet (www.inps.it) l'estratto conto contributivo relativo ai rapporti di lavoro domestico degli ultimi cinque anni ed eventualmente segnalare anche eventuali correzioni.
05/01/2012- Aumentati i contributi della gestione separata
Contributi più cari  dal 01/01/2012. Per i professionisti senza cassa  l'aliquota di contribuzione passa al 27,72% di cui il 4% può essere addebitato in fattura a titolo di rivalsa; per i co.co.co : committente 18,48% e lavoratore 9,24%; per l'associazione in partecipazione : associante 15,25, associato 12,47%. Per i soggetti invece con altra tutela pensionistica o pensionati: Professionisti 18% con possibilità di addebito del 4% a titolo di rivalsa; per i co.co.co.: committente 12%, lavoratore 6%; per l'associazione in partecipazione : associante 9.90%, associato 8,10%
30/04/2012 : Chi fuma gli spinelli rischia il posto
Chi fuma gli spinelli rischia di essere licenziato perché viene meno il vincolo fiduciario tra datore e dipendente. Lo ha stabilito la sezione lavoro della Cassazione con sentenza n^ 6498 del 26/04/2012.
01/09/2012: E' illecito amministrativo non esibire i documenti lavoro
La mancata esibizione dei documenti sul lavoro é " intralcio" e non "impedimento" all'attività di vigilanza. Pertanto é condotta punibile in via amministrativa con la sanzione da 1.290 a 12.910 euro e non in via penale con la sanzione dell'arresto fino a 2 mesi o dell'ammenda fino a 516 euro. Lo precisa il Ministero Lavoro nella nota n^ 12065 del 2012.
10/09/12 : Sicurezza : risponde il responsabile
Se c'é un responsabile della sicurezza il datore di lavoro non risponde per la mancata visita medica ai dipendenti. Lo ha stabilito la Suprema Corte di Cassazione con sentenza n^ 33521 del 30/08/2012.
20/10/2012: Responsabilità solidale negli appalti
L'obbligo di acquisire la documentazione sul pagamento dell'Iva e delle ritenute Irpef da parte dell'appaltatore o subappaltatore scatta per gli appalti e subappalti stipulati dopo il 12/8/2012. La documentazione deve essre prodotta per pagamenti effettuati dopo 11/10/2012 relativi sempre a contratti stipulati dopo il 12 agosto. Il soggetto obbligato in luogo dell'asseverazione del Caf, del consulente del lavoro o del commercialista, può produrre anche una autodichiarazione con la quale indica il periodo di riferimento dei versamenti e gli estremi degli f/24.
20/09/2013 : Licenziati i perditempo
All'azienda non è indispensabile schedare i siti internet visitati abusivamente dai lavoratori per contestare il licenziamento. Ma si possono usare le informazioni sulla quantità di tempo passato davanti al pc, invece di lavorare. E' quanto affermato dalla Cassazione con sentenza n^18443 del 1/08/2013

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu